Benvenuta primavera! I consigli per affrontare la stagione della rinascita.

La primavera, insieme all’autunno, è la mia stagione preferita. Insomma, amo le mezze stagioni, quelle che dicono non esistere più.


Questo momento dell’anno è molto importante: l’energia inizia a risalire dopo la stasi invernale, è la stagione della rinascita.


Tutta la natura intorno a noi comunica questa sensazione di rinnovamento e di crescita: i fiori che sbocciano, le giornate che diventano più lunghe e luminose, gli uccelli che tornano a cantare.


Secondo la medicina tradizionale cinese, la primavera è associata all’elemento legno. Il legno “controlla” due organi molto importanti per il nostro corpo: il fegato e la cistifellea che sono, a loro volta, collegati a molte funzioni e anche a diverse emozioni. Di questo, però, ti parlerò meglio la prossima settimana.


Per oggi concentriamoci su quello che questa stagione con i suoi organi ed elementi rappresenta in modo più generale e su come affrontare la transizione dall’inverno alla primavera nel modo giusto.


All’elemento legno, ossia quello che domina l’energia primaverile, sono associati – oltre a fegato e cistifellea - anche i seguenti organi, emozioni, sapori, cereali, verdure e tanto altro:


- I muscoli e i tendini: la loro flessibilità è molto legata alla condizione del nostro fegato;


- Gli occhi: anche la loro salute passa da quella del fegato;


- Le lacrime: sono il fluido del corpo che esprime questa energia;


- Il vento: è il fenomeno meteorologico avverso che “disturba” quando questo elemento è debole;


- Il mattino: è il momento della giornata in cui l’energia cresce;


- La rabbia: è l’emozione dominante dell’elemento legno e segno di un suo squilibrio, e in particolare del fegato;


- La pazienza e la forza spirituale sono due caratteristiche positive di coloro che hanno un elemento legno in equilibrio;


- Il grido: è l’espressione della rabbia e di questo elemento;


- Acido: è il sapore caratterizzante l’elemento legno e piace molto al fegato;


- Farro e orzo: sono i due cereali di questa stagione;


- Verdure a foglia verde: ad es catalogna, cime di rapa ecc.


Il primo consiglio, per affrontare al meglio la stagione, è assicurarsi un buon apporto di verdure a foglia verde, sapore acido (qualche goccia di limone, magari sulle verdure verdi 😊, acidulato o purea di umeboshi), orzo, farro.


Ecco altri consigli che ti possono aiutare in primavera:


- Cerca di mangiare leggero e non troppo tardi la sera;


- Asseconda i ritmi del tuo corpo: spesso la primavera porta un po’ di stanchezza, cerca di riposare, di non strafare, di concederti le ore di sonno necessarie per ricaricarti;


- Utilizza dei prodotti fermentati: se non ami umeboshi e miso, prova con i crauti o le olive;


- Sostituisci il caffè con del caffè d’orzo e dolcificalo - se ne senti il bisogno - con del malto d’orzo (ricorda, l’orzo è il cereale della stagione);


- Riduci il consumo di olio, stimolanti e alcool;


- Passa del tempo all’aria aperta;


- Coltiva la gratitudine: ti aiuterà ad attenuare la rabbia e il tuo fegato ti sarà grato.


Queste sono solo alcune delle scelte che puoi fare per rafforzare il tuo elemento legno e armonizzarti con la stagione della rinascita. Per l’occasione ho preparato un regalo speciale per te: il manuale 8 cose da fare in primavera. Puoi scaricarlo iscrivendoti alla newsletter.


Ci sentiamo la prossima settimana con i consigli specifici per prenderti cura del fegato.


Nel frattempo, ti auguro una felice rinascita!




17 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale

© 2018 Officina della felicità.  Proudly created with Wix.com

  • Facebook Icona sociale
  • Black Instagram Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now