La meditazione dei miracoli: l'Ho'oponopono

Incontrare l’Ho’oponopono è stata tra le cose più belle che mi siano mai accadute: mi ha letteralmente cambiato la vita e, per questo motivo, voglio condividere questa esperienza con te. Praticare Ho’oponopono è davvero semplice ed è un metodo che ci consente di svolgere una forma di meditazione h 24.


Cos’è l’Ho’oponopono? Ho’oponopono significa “mettere le cose apposto” ed è un’antica pratica hawaiana di risoluzione dei problemi. Secondo questa filosofia, il mondo che ci circonda è un riflesso di quello che c’è nel nostro inconscio. I problemi che si presentano nella nostra vita non sono altro che un pensiero, una memoria, un programma, un errore che appare per darci la possibilità di ripulirlo e lasciarlo andare. Queste memorie (o puoi chiamarli programmi, errori, pensieri) sono depositati nel nostro inconscio e si ripresenteranno nelle nostre vite fino a quando non li avremo completamente ripuliti. Per cambiare la realtà che ci circonda, dobbiamo quindi iniziare a lavorare su noi stessi. Il torto subito da un amico, il problema economico, lavorativo, di salute non dipende da ciò che si trova all'esterno, ma è solo un programma interno (inconscio) che si ripete. È come se le nostre memorie inconsce venissero proiettate sullo schermo dove il film è la nostra vita.


Ciascuno di noi è 100% responsabile delle proprie esperienze, siano esse negative o positive, poiché derivano tutte dal proprio inconscio. Essere responsabili non vuol dire essere colpevoli, nessuno è colpevole e nessuno è vittima: essere i responsabili delle proprie esperienze significa poterle cambiare.E cambiare è possibile lavorando su queste memorie attraverso un processo di purificazione.


Mabel Katz, autrice di diversi libri sull' Ho’oponopono, definisce questa tecnica come il tasto “cancella” del computer: premendolo, cancelli un errore. Allo stesso modo, applicare Ho’oponopono significa eliminare le memorie, gli errori dal nostro subconscio. Quando ad esempio sbagli a scrivere una parola, non dici al computer:” quante volte te lo devo dire di stare più attento?!”, semplicemente la cancelli e la correggi. Questo significa applicare l’Ho’oponopono: quando un problema si presenta: invece di reagire, urlare, incolpare, preoccuparti (chiediti se ha mai funzionato o ha mai risolto la situazione) guarda dentro di te, assumiti il 100% della responsabilità e lascialo andare, senza reagire, confidando che la pulizia dell’Ho’oponopono consente al Divino di farsi carico del problema e di purificarne l’energia trovando una soluzione.


Queste memorie sono condivise: il problema di tua madre, del tuo amico ecc. è anche il tuo. Il dottor Hew Len, colui che più di chiunque altro ha applicato e insegnato questa tecnica con successo, è solito dire: “ti sei mai accorto che quando c’è un problema tu sei sempre presente?”. Questo perché condividiamo le nostre esperienze. Quando una persona ti parla di un suo disagio, la vita ti sta offrendo la possibilità di lavorare su quella memoria condivisa, ringraziala e ringrazia la persona che te lo sta facendo vedere. La buona notizia è che quello che si “cancella” da te, si “cancella” anche da coloro che condividono l’errore con te. Vediamo ora insieme come applicare l’Ho’oponopono.


Come fare:


- ogni volta che ti si presenta un problema (di qualsiasi tipo) o che una persona ti parla di un suo problema, di’ mentalmente: “cosa c’è in me che questa situazione si presenta nella mia vita? Ti amo, grazie”;

- le memorie devono essere purificate e la purificazione avviene attraverso la ripetizione del mantra “ti amo, grazie” (o anche solo una delle due parole);


- dopo aver pronunciato queste frasi, lascia andare il problema, la situazione, la persona, con la consapevolezza di aver fatto la tua parte (ti sei assunto la responsabilità e hai ripulito la memoria). Ora, sarà il Divino a occuparsene e a trovare la soluzione perfetta al problema.


È essenziale riconoscere di non sapere quale sia la soluzione migliore, solo il Divino sa esattamente cosa è giusto e perfetto per noi, pertanto, non dobbiamo avere nessuna aspettativa. Facciamo un esempio: vuoi cambiare lavoro perché non ti trovi bene con i colleghi. Inizi a purificare la situazione: “cosa c’è in me che non mi trovo bene al lavoro e voglio cambiare? Ti amo, grazie”. A questo punto ti aspetti probabilmente di trovare una nuova occupazione: niente di più sbagliato. Devi essere consapevole di non essere tu a sapere cosa è giusto per te, lasciare andare e purificare, significa affidare al Divino il tuo problema perché solo lui sa cosa è giusto e perfetto per te. Magari le cose al lavoro cambieranno e tu inizierai a vivere le tue giornate in modo diverso, o alcune persone se ne andranno per lasciare spazio ad altre che potrebbero essere molto positive per te. Le soluzioni possono essere infinite, ma solo quando lasci andare al 100%, i miracoli possono accadere. Solo con la fiducia assoluta nel Divino, solo purificando al 100%, Lui potrà darti ciò che è perfetto per te.


Se non ti piace l’idea di lasciare andare, perché sei un maniaco del controllo, è arrivato il momento di rilassarti. Lasciare andare non vuol dire perdere il controllo della situazione, significa rinunciare a quella parte di te (l’ego, l’intelletto) che pensa di sapere, ma che in realtà, non conosce la verità più profonda. Quante volte ti sei intestardito perché volevi una cosa a tutti i costi, ma non l’hai ottenuta? Ti sei mai reso conto che guardando indietro, anche in quell’occasione le cose sono andate per il meglio? Pensa a quanto potere hai, a come puoi cambiare la tua vita solo lavorando sulle memorie inconsce.


Ricorda che l’Ho’oponopono deve essere applicato costantemente h24, solo in questo modo puoi ottenere degli ottimi risultati. Siamo controllati da migliaia di memorie e solo pulendo ininterrottamente, possiamo dare permesso al divino di trasmutarle in pura luce e vivere una vita di pace. Lo scopo ultimo dell’Ho’oponopono non è fare più soldi, cambiare lavoro ecc. è essere in pace qualsiasi cosa accada. Puliamo con questo obbiettivo: essere in pace con o senza lavoro, con o senza soldi, con o senza l’uomo o la donna perfetti.


L’Ho’oponopono è una forma di meditazione costante, senza interruzioni, poiché ripetendo continuamente il mantra qualsiasi cosa tu stia facendo e in qualsiasi momento, resterai nel presente, fermerai il chiacchiericcio mentale e sarai consapevole dell'istante che stai vivendo.


Ti posso assicurare che il senso di pace che questa pratica ha portato nella mia vita è miracoloso. Mi preoccupo molto meno di prima, dormo come non ho mai dormito e vedo miracoli verificarsi ogni giorno. Ogni volta che sorge un problema lo lascio andare, lo affido al Divino e faccio la mia parte, ossia la pulizia, ripetendo il mantra “ti amo, grazie”. Questo non vuol dire che non mi preoccupo più, non reagisco più o non ho problemi, semplicemente la preoccupazione dura meno, i problemi a volte si risolvono, a volte no, ma poco importa, perché io sono in pace comunque.


Il segreto della vita che ci viene rivelato dall’Ho’oponopono è amare tutto: amare ciò che ci piace e ciò che non ci piace, perché solo l’amore, solo il “ti amo” e il “grazie” sono la soluzione.


L’Ho’oponopono è un argomento molto vasto e complesso, ti consiglio di scaricare questo articolo esplicativo in italiano e di leggere il libro di Mabel Katz “La via più semplice” e/o “Zero Limits” di Joe Vitale se vuoi approfondire. Ti posso assicurare che ne vale davvero la pena! La tua vita diventerà una costante piacevole sorpresa.




0 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale

© 2018 Officina della felicità.  Proudly created with Wix.com

  • Facebook Icona sociale
  • Black Instagram Icon