Meditazione mindfulness come si fa (anche per principianti).

In un paio di video di qualche tempo fa su Youtube ti ho raccontato come iniziare a meditare e le scuse che ti racconti per non farlo


In questo post vediamo come si fa la meditazione mindfulness (Se vuoi scoprire la mindfulness, guarda questo video) . Questo post va bene anche se sei un principiante.


Prima di iniziare, ricorda che non devi vivere la meditazione con un obiettivo specifico, ad esempio rilassarti, fermare il pensiero, ecc. Devi semplicemente viverla per ciò che è, restando presente a te stesso in consapevolezza. Nel momento in cui ti sforzi di raggiungere un obiettivo, perdi la consapevolezza e la pratica stessa di meditazione.


Quando mediti, porti l’attenzione al corpo iniziando dal respiro, successivamente alla mente contemplativa, ossia alla mente che esce da ogni giudizio e pregiudizio, e come conseguenza, sei focalizzato sul qui e ora.


Se durante la meditazione affiorano dei pensieri o arrivano delle distrazioni, riporta l’attenzione al respiro, immagina i pensieri come nuvole passeggere e soprattutto non preoccuparti e non fartene una colpa, la mente è naturalmente portata a vagare. Osserva il pensiero o la sensazione come un osservatore distaccato e lascia andare.


Come iniziare a meditare?


Scegli il momento giusto per te: mattino, sera, pausa pranzo, devi essere certo di poterti rilassare senza paura di essere disturbato.


Scegli il luogo perfetto: non significa un posto “figo”, ma un posto dove tu stai bene e ti senti a tuo agio e protetto, può essere un angolo della casa.


- Ora siedi su una sedia con schiena eretta ma non rigida, oppure su un cuscino o tappetino e incrocia le gambe.


- Chiudi gli occhi e concentrati sul respiro. Senti l’aria che entra e che esce e porta l’attenzione al corpo. Scegli un punto fermo al quale tornare quando la mente vaga: ad esempio, la sensazione del contatto dei piedi con il pavimento, questo ti aiuta a restare centrato. Questo è l’esercizio essenziale della meditazione mindfulness.


- Personalmente inizio sempre così la mia meditazione e poi porto l’attenzione al mio corpo e lo ringrazio, provo gratitudine per il mio corpo, per la vita, per la salute, per tutto ciò che sento in quel momento. Sento proprio dentro di me questa sensazione che mi pervade e spesso la visualizzo anche come una luce che mi attraversa e mi nutre.


L’attenzione va al cuore e al sentimento di amore che mi pervade. Il mio mantra è “grazie, ti amo”. Arriva un pensiero e lo ringrazio e lo amo. Mi viene in mente una situazione che mi preoccupa o che non mi piace, le dico “grazie, ti amo”. Vado avanti così, poi torno al respiro, alla luce che sento dentro e resto presente a me stessa e al mio corpo, a ciò che sento.


Di solito medito per circa 30 minuti ogni mattina e spesso anche la sera.


La cosa più importante, non è la durata, ma la continuità, se scegli di iniziare a meditare, sii costante, che siano anche solo 5 minuti (qui trovi una meditazione che dura 3 ma falli, fai che diventi un’abitudine. Solo la pratica quotidiana può darti benefici.


Scarica la mia guida gratuita: "7 strategie efficaci per combattere stress e ansia" qui















LINK A QUESTO VIDEO


https://www.youtube.com/watch?v=uquswiyp49M&list=PLNMR2YofLSVDlHVy3ydybtGcDYibv5bF1&index=2

25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti