Rilassati e lascia andare con la meditazione del lago


Cerchi una meditazione rissante da svolgere soprattutto la sera? La meditazione del lago fa sicuramente al caso tuo.


Tutte le immagini della natura come alberi, nuvole, cielo, acqua e montagne aiutano a meditare perché hanno uno straordinario potere terapeutico sulla mente. L’immagine aiuta inoltre ad espandere la pratica.


Vediamo nel dettaglio perché proprio il lago può aiutarti.


1. L’acqua è l’immagine della forza, ma anche della cedevolezza e della resilienza: ti insegna ad essere forte ma anche ad adattarti alle situazioni con pazienza e senza forzarle. Immagina quanto tempo ci mette l’acqua a levigare la roccia, o come trovi sempre un percorso alternativo quando la sua strada viene bloccata.


2. L’acqua rappresenta l’accettazione perché lascia che le cose entrino dentro di lei, pensa ad esempio a quando lanci un sasso nell’acqua e questo arriva a toccare il fondo attraversando la superficie.


3. Il lago rappresenta quel luogo di calma che vive dentro di te in ogni istante anche quando fuori regna il caos. Infatti, l’acqua è mossa in superficie, ma mai nel profondo dove resta sempre calma e silenziosa.


Se sei pronto, iniziamo!


- Trova un luogo adatto alla meditazione nel quale puoi dedicarti del tempo senza essere disturbato.


- Siediti in posizione eretta ma non rigida.


- Focalizza la tua attenzione sul respiro per qualche istante. A questo scopo può esserti utile la meditazione dei 3 minuti che trovi qui o di cui puoi guardare il video qui.


- Immagina un lago; immaginalo come vuoi: più o meno profondo, limpido, fangoso ecc. La prima immagine che ti viene in mente, che sia un disegno, una fotografia, un posto immaginario o che conosci davvero.


- Sii consapevole che l’acqua ama restare ferma e che scende fino alle profondità dove rimane. Senti tutto questo nel tuo cuore.


- Immagina il lago riflettere tutto ciò che lo circonda: nuvole, alberi, cielo ecc. Immagina il riflesso come qualcosa di momentaneo. Resta con questa immagine per un po’.


- Ora immagina che si alzi il vento e che l’immagine riflessa scompaia per lasciare spazio al sole e alla sua luce che si riflette sull’acqua come tanti piccoli diamanti. Resta con questa immagine per un po’.


- È arrivata la notte e adesso è la luna a danzare sull’acqua del lago e a riflettersi sulla sua superficie insieme all’ombra degli alberi. Resta con questa immagine per un po’


- Immagina, se vuoi, anche lo scorrere del tempo e delle stagioni, la pioggia, il vento, la neve, il ghiaccio.


- Durante la meditazione diventa tutt’uno con l’immagine del lago, il suo corpo è il tuo corpo. Ricorda sempre di respirare e restare con questa immagine.


- Apri il tuo cuore e la tua mente e, come il lago, sii ricettivo e rifletti ciò che entra nella tua vita.


- Senti dentro di te la quiete del lago quando l’acqua è ferma.


- Senti quando l’acqua si agita ma resta sempre e comunque presente senza giudizio, come un osservatore esterno che vede l’avvicendarsi degli stati d’animo.


- Immagina i tuoi pensieri come le onde che disturbano solo la superficie dell’acqua e accettali come fa il lago.


- Senti la calma sotto la superficie del lago.


Sei tu a decidere la durata della meditazione. Se vuoi una guida, ascolta la meditazione guidata a questo link:https://youtu.be/x8ys9BdiCeM






24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti